EVACAR Otesis

Information about EVACAR Otesis

Published on June 18, 2007

Author: Peppar

Source: authorstream.com

Content

Slide1:  LA MEJORA DE LA CALIDAD DE LA EDUCACIÓN MEDIANTE ENTORNOS VIRTUALES DE APRENDIZAJE IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Doctorando / Dottorando : Eva Martínez Caro Director / Relatore: Alejandrino Gallego Rodríguez Tesis Doctoral / Tesi di Dottorato Cartagena, 3 Noviembre 2005 IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOINTRODUZIONE:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO INTRODUZIONE Attualmente ci troviamo davanti a una serie di cambiamenti sociali, econonomici e tecnologici, favoriti dall’irruzione delle denominate Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC). Nel campo aziendale, questi cambiamenti coinvolgono una forte crescita della concorrenza, per far fronte alla quale, bisogna avere nueve conoscenze, o usare le conoscenza già disponibili, ma in modo piú efficiente. D’altra parte, questi cambiamenti suppongono altre tante sfide per garantire un’educazione di qualità che dia risposta alle neccesità attuali e che, per di più, non deve svincolarsi daello sfruttamento delle tecnologie ogni volta più accessibili e di facile uso per il cittadino. Questo ci porta a chiederci se l’insegnamento tradizionale è capace di rispondere a queste necessità o, invece, si bisogna sviluppare nuovi ambienti d’apprendimento come gli quelli Virtuali. OBIETTIVO Analizzare l’uso di Ambienti Virtuali di Apprendimento come un mezzo per assicurare e migliorare la qualità nell’educazione, in modo che si fomenti la conoscenza, principale fattore dell’economia attuale, e si dia risposta alle nuove necessità della società. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOINTRODUZIONE:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO INTRODUZIONE IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 1: Conoscenza, Apprendimento e Qualità:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 1: Conoscenza, Apprendimento e Qualità La conoscenza è diventata la risorsa più importante nell’economia attuale dominata dalle TIC, e la sua appropriata gestione, nella pietra angolare della direzione delle aziende e delle organizzazioni più concorrenziali. 'Nella nuova economia, la conoscenza non è un fattore di produzione in piú. È diventata il principale fattore di produzione' (Drucker,1994). Un’organizzazione che vuole far fronte ai cambiamenti attuali ha bisogno di creare conoscenze oltre a gestirle in modo efficiente (Gore e Gore, 1999). Maestre (2000) define la gestione della conoscenza come un 'Insieme di procedimenti, regole e sistemi destinati a captare, trattare, recuperare, presentare e trasmettere dati, informazioni e conoscenze di un’organizzazione'. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 1: Conoscenza, Apprendimento e Qualità:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 1: Conoscenza, Apprendimento e Qualità IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 1: Conoscenza, Apprendimento e Qualità:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 1: Conoscenza, Apprendimento e Qualità L’acquisizione e lo sviluppo di conoscenza permettono una strategia di qualità di successo (Crosby, 1979; Deming, 1986) Adattamento del ciclo PDCA (plan-do-check-act / pianificare-fare-verificare-agire) di miglioramento continuo di Deming per permettere che la gestione della conoscenza sia una parte integrale della strategia di qualità di un’organizzazione. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 1: Conoscenza, Apprendimento e Qualità:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 1: Conoscenza, Apprendimento e Qualità In generale, le definizioni di qualità si possono classificare in due categorie principali basate su (Hoyer e Hoyer, 2001): La conformità ai requisiti La soddisfazione del cliente IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 1: Conoscenza, Apprendimento e Qualità:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 1: Conoscenza, Apprendimento e Qualità Secondo il ciclo di Deming, la valutazione è un componente essenziale in un programma di miglioramento della qualità. MODELLO DI VALUTAZIONE DI KIRKPATRICK (1959) IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 1: Conoscenza, Apprendimento e Qualità:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 1: Conoscenza, Apprendimento e Qualità Fonte: Tanquist (2000) Percentuali di uso dei Livelli di Valutazione di Kirkpatrick IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 2: E-Learning:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 2: E-Learning IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 2: E-learning:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 2: E-learning Insegnamento sostenuto dalle TIC, dove non è necessario l’incontro fisico tra professori e studenti e il cui obiettivo è rendere possibile un apprendimento flessibile (in qualsiasi momento e in ogni luogo), interattivo (con comunicazioni sincrone e asincrone) e centrato sullo studente. È la cornice del lavoro nella quale si sviluppa l’E-learning. E-learning Ambiente Virtuale di Apprendimento (AVA) IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 2: E-learning:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 2: E-learning IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 2: E-learning:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 2: E-learning IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 2: E-learning:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 2: E-learning Università Virtuale Globale messa in marcia dall’Università delle Nazioni Unite (UNU). Programma «eLearning – Concepire l’educazione del futuro» adottato dall’Unione Europea nel 2000. Piano Nazionale di Educazione Tecnologica del governo degli Stati Uniti. Più importanza ai contenuti. Crescita del blended-learning. Estensione del m-learning o mobile learning. Fomento dell’e-learning per tutti (grazie a iniziative come le piataforme tecnologiche opensource, el progetto OpenCourseWare del MIT o la napsterizzazione dell’apprendimento). Comparsa di nuovi modelli di Università. Iniziative per l’impulso dell’e-learning Futuro dell’e-learning IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato L’e-learning apporta dei vantaggi riguardo all’insegnamento tradizionale. Nonostante ciò, non si deve pensare che l’e-learning sia una panacea. É evidente che dobbiamo sfruttare le possibilità che offre l’e-learning per utilizzare strumenti che favoriscono l’apprendimento, i quali sono, in alcuni casi, difficili di usare negli Ambienti Presenziali di Apprendimento (APA), con l’obiettivo di ottenere una maggiore qualità nell’educazione. MAPPE CONCETTUALI STILI DI APPRENDIMENTO A questo scopo, si propongono i seguenti strumenti: IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato MAPPE CONCETTUALI Sviluppate da Novak nel 1975, sono una rappresentazione schematica per presentare un insieme di concetti legati fra loro gerarchicamente. Basate sulla teoria dell'apprendimento significativo di Ausubel (1968): l’apprendimento significativo è il 'procceso per il cui si collega la nuova informazione a concetti rilevanti già posseduti, preesistenti nella struttura cognitiva della persona'. VANTAGGI Facilita l’apprendimento significativo: Le conoscenze vengono ricordate più a lungo Rende più facile il successivo apprendimento di argomenti simili APPLICAZIONI Strumento per il supporto dell’apprendimento Strumento per valutare l’apprendimento Strumento per organizzare e presentare l’informazione: organizzatore anticipato / mappe di navigazione. Nelle aziende: Strumento per captare la conoscenza. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato STILI DI APPRENDIMENTO Descrizione degli atteggiamenti e dei comportamenti che determinano il metodo preferito di apprendimento dell’individuo (Honey e Mumford, 1992) Il modello di Honey e Mumford distingue quattro stili di apprendimento i quali sono determinati attraverso il LSQ (Learning Styles Questionnaire) : Attivista: Sono attratti dalle novità e le affrontano senza pregiudizi, amano l’azione e il lavoro in gruppo. Riflessivo: A loro piace potersi prendere il tempo necessario per analizzare e pensare bene allo sviluppo degli eventi. Osservano l’azione degli altri. Pragmatico: Hanno bisogno di un legame fra l'aspetto concettuale e l'attività pratica che svolgono. Apprendono al meglio quando hanno modo di mettere alla prova le cose e verificarne la validità. Teorico: Sono a loro agio con concetti e teorie. Apprezzano l’analisi e la sistesi, pensano in modo distaccato e obiettivo. VANTAGGI Quando si insegna agli alunni con i loro Stili di Apprendimento predominanti si facilita l’apprendimento: Più effettività Più rendimento accademico IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato Disegno del sito web Disegno dei materiali didattici Aspetti relativi al disegno e alla struttura dei materiali. Inclusione di Mappe Concettuali come mappe di navegazione e organizzatori dell’informazione. Adattamento dei materiali agli Stili di Appredimento seguendo le indicazioni di Honey e Mumford (1995). Disegno e sviluppo di materiali didattici creati specialmente per un ambiente virtuale d’apprendimento IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato Sistema 3DE (Design, Development, and Delivery Electronic Environment for Educational MultiMedia), progetto Europeo capeggiato dal Politecnico di Torino. Segue l’impostazione di un LCMS selezionando e distribuendo i temi, seguendo come criterio, in questo caso, gli Stili di Apprendimento di ogni studente. 2. Distribuzione dei contenuti in modo che ogni studente riceva un corso personalizzato secondo i suoi Stili di Apprendimento preferiti. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 3: Sviluppo di un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato Funzionamento Basico del Sistema 3DE IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 4: Revisione della letteratura empirica:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 4: Revisione della letteratura empirica DUE LINEE DI RICERCA MISURAZIONE DELLA QUALITÀ IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 4: Revisione della letteratura empirica:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 4: Revisione della letteratura empirica IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 4: Revisione della letteratura empirica:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 4: Revisione della letteratura empirica Il genere e l’età sono le variabili dello studente più analizzate in relazione alla qualità di un AVA. Ciò nonostante, dato che si sono ottenuti risultati distinti, non si può arrivare a nessuna conclusione. L’influenza delle variabili del professore così come altre variabili indipendenti dalllo studente si sono trattati in misura minore non essendosi potuti arrivare nemmeno a una conclusione. Nessuno studio fa riferimento alle Mappe Concettuali e quelli che analizzano gli Stili di Apprendimento lo fanno considerandoli come una variabile dello studente e non come una parte di un AVA, integrato in lui, con lo scopo di migliorare la qualità. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. Analizzare il legame tra certe variabili dello studente (età, genere, conoscenze informatiche, situazione lavorativa ed esperienza previa in un AVA) e la sua percezione sulla qualità (in termini di soddisfazione e apprendimento percepito) di un corso impartito in un AVA. Analizzare altre variabili che possono influire sulla percezione della qualità dello studente, come il tipo di materia o la dimensione della classe. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. Dati ottenuti su 425 studenti (Tasso di risposta=87,09%) IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELLA EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELLA EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELLA EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELLA EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELLA EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELLA EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale di Apprendimento. Test a confronto multiplo (post-hoc) di Waller-Duncan per le variabili Età-Apprendimento Percepito. Test a confronto multiplo (post-hoc) di Waller-Duncan per le variabili Età-Soddisfazione. VERIFICA D’IPOTESI IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale de Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale de Apprendimento. Test a confronto multiplo (post-hoc) di Waller-Duncan per le variabili Dimensione della Classe-Apprendimento Percepito Test a confronto multiplo (post-hoc) di Waller-Duncan per le variabili Dimensione della Classe-Soddisfazione VERIFICA D’IPOTESI IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale de Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale de Apprendimento. APPRENDIMENTO PERCEPITO SODDISFAZIONE VERIFICA D’IPOTESI IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale de Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale de Apprendimento. Esiste una serie di variabili che influiscono sulla qualità di un corso impartiti in un AVA: l’età dello studente, la sua situazione lavorativa, il livello del corso (laurea o post laurea), l’obbligatorietà del corso, la dimensione della classe, la varietà di mezzi usati e la facilità di uso del software. Delle suddette variabili, alcune sono intrinseche allo studente (età e situazione lavorativa) o al corso (livello e obbligatorietà) e non si può agire su di loro, ma servono a profilare lo studente che otterrerebbero i migliori risultati in termini di soddisfazione e apprendimento percepito. Questo profilo corrisponderebbe a uno studente di 35 o più anni, che lavora e segue un corso di post laurea facoltativo. CONCLUSIONI IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale de Apprendimento. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 5: Studio Empirico I. Analisi delle variabili che influiscono sulla Qualità di un Ambiente Virtuale de Apprendimento. Influendo sul resto delle suddette variabili si possono migliorare i risultati di un’azione formativa sviluppata in un AVA: La dimensione della classe più idonea è di 20 alunni al massimo, poichè questa cifra facilita tanto la percezione dell’apprendimento come la soddisfazione dello studente. Riguardo alla varietà di mezzi, per ottenere una maggiore qualità in un AVA si deve incidere sull’uso di strumenti di comunicazione sincrona e di testo interattivo. È anche importante realizzare una riunione presenziale all’inizio del corso. La facilità di uso del software utilizzato per impartire un corso in un AVA influisce sulla soddisfazione dello studente anche se non influisce sull’apprendimento percepito dallo medesimo. In tre delle variabili analizzate non si è potuto dimostrare l’influenza delle medesime sulla qualità di un corso impartito in un AVA: il genere degli alunni, le loro conoscenze informatiche e la loro esperienza previa in ambienti virtuali. Dunque, un AVA è un ambiente di apprendimento valido e che permette dei risultati soddisfacenti indipendentemente dal genere degli alunni, dalle loro conoscenze informatiche e dalle loro esperienze previe in AVA. CONCLUSIONI IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. Analizzare se un Ambiente Virtuale di Apprendimento (AVA) suppone un miglioramento della qualità in confronto a un Ambiente Presenziale di Apprendimento (APA). Valutare se l’applicazione all’E-learning delle Mappe Concettuali e la personalizzazione mediante gli Stili di Apprendimento, costituendo ciò che abbiamo denominato un Ambiente Virtuale di Apprendimento Potenziato (AVAP), si traduce in un miglioramento della qualità rispetto agli ambienti di apprendimento anteriori.  La qualità si misura, come nello studio precedente, in termini di soddisfazione e apprendimento, ma questa volta per l’apprendimento si considera una misura oggettiva (voti degli esami) senza rinunciare a una misura soggettiva (apprendimento percepito). IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. DISEGNO X: Esposizione del gruppo a una variabile o evento sperimentale i cui effetti si devono misurare. O: Processo particolare di osservazione o misurazione. NR: No randomizzato Variabile 'Voti': Disegno quasi-sperimentale pretest-postest con un gruppo di controllo non equivalente. Variabili 'Apprendimento Percepito' e 'Soddisfazione': Disegno quasi-sperimentale postest con un gruppo di controllo non equivalente. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. CAMPIONE IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE SPERIMENTALE Un unico professore ha impartito le lezioni nei tre gruppi (Alavi,1994; Awargal e Day,1998)  Si elimina qualsiasi differenza che possa originare lo stile di insegnamento del professore. Il contenuto basico dei materiali didattici è stato lo stesso nei tre gruppi. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. MISURAZIONE DELLE VARIABILI Si è verificata l’affidabilità e la validità di: Pretest e Postest. Scala di soddisfazione  16 item raggruppati in 4 dimensioni: contenuti, valutazione, professore, flessibilità del sistema. Questionario CEA-HM-36. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. VERIFICA D’IPOTESI Analisi della varianza *pandlt;0,05 ** p andlt; 0,01 *** p andlt; 0,001 Test a confronto multiplo (post-hoc) di Waller-Duncan IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. VERIFICA D’IPOTESI Test a confronto multiplo (post-hoc) di Waller-Duncan IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. VERIFICA D’IPOTESI Test a confronto multiplo (post-hoc) T2 de Tamhane IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. VERIFICA D’IPOTESI *pandlt;0,05 ** p andlt; 0,01 *** p andlt; 0,001 IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. VERIFICA D’IPOTESI Test a confronto multiplo (post-hoc) di Waller-Duncan della dimensione Contenuti IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. VERIFICA D’IPOTESI Realizzando un’analisi della varianza di ogni item appartente alla dimensione Professore si verifica che questi risultati si devono a: Gli studenti dell’AVAP percepiscono che il professore ha preparado i materiali didattici adattandoli a le loro necessità, cioè, ai loro Stili di Apprendimento preferiti, riuscendo ad ottenere così il loro interesse per la materia. Influisce anche il fatto che gli studenti degli ambiente virtuali trovano il professore più disponibile e accessibile. Test a confronto multiplo (post-hoc) di Waller-Duncan della dimensione Professore IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. VERIFICA D’IPOTESI Test a confronto multiplo (post-hoc) di Waller-Duncan della dimensione Flessibilità IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. CONCLUSIONI Gli alunni di un AVA ottengono migliori risultati degli alunni di un APA, tanto in termini di voti come di apprendimento percepito. Per una automotivazione maggiore nel caso degli alunni dell’AVA i quali adottano più responsabilità dovuto alla mancanza di limiti nel tempo e nello spazio. Gli alunni dell’AVA trovano il professore più disponibile e accessibile, tenendo più contatto con lui. Gli alunni dell’AVAP ottengono migliori risultati degli alunni di un AVA, tanto in termini di voti come di apprendimento percepito. Si verifica che l’uso di Mappe Concettauli e il fatto che ogni alunno riceva materiali didattici adattati ai propri Stili di Apprendimento preferiti, influisce in modo positivo sull’apprendimento dello studente. APPRENDIMENTO IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELLA’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOCapitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELLA’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Capitolo 6: Studio Empirico II. Analisi comparativa sulla Qualità di un AVAP, un AVA e un APA. CONCLUSIONI SODDISFAZIONE Gli alunni dell’AVAP sono più soddifati degli alunni dell’AVA, e questi ultimi, a sua volta, sono più soddisfati degli alunni dell’APA. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOAPORTAZIONI:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO APORTAZIONI Benchè esistano numerose pubblicazioni sull’e-learning, sono pochi i lavori impostati allo studio empirico della qualità negli ambienti virtuali di apprendimento. Nel presente studio è stata fatta la proposta di un modello per misurare questa qualità basato sulle variabili più frequenti usate nella letteratura: l’apprendimento e la soddisfazione dello studente, che a sua volta coincidono con i due primi livelli del modello di valutazione di azioni di formative di Kirkpatrick (1994). D’altra parte, nelle pubblicazioni esistenti si è rivelato un interesse per l’analisi dell’influenza che certe variabili possono avere sulla qualità, così come è stata definita in questo lavoro, in termini di apprendimento e di soddisfazione dello studente. Nei testi presi in esame si sono ottenuti risultati diversi, non essendo potuti arrivare a nessuna conclusione definitiva riguardo alle variabili analizzate. Cosí, nello studio empirico I, è stato effettuato un compendio di queste variabili, analizzate succesivamente su un ampio campione di studenti. Le conclusioni di questo studio suggeriscono alcune direzzioni d’interesse per future azioni formative portate a termine in un ambiente virtuale d’apprendimento. Abbiamo potuto definire un profilo dello studente che otterrebbe i migliori risultati, sempre in termini di apprendimento percepito e di soddisfazione. Questo profilo corrisponderebbe a uno studente di 35 o più anni, che lavora e segue un corso di post laurea facoltativo. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO APORTAZIONI:  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO APORTAZIONI Attraverso lo studio empirico II abbiamo potuto confrontare la qualità di un AVA e di un APA, concludendo che questa è superiore nel primo. Quindi, l’apprendimento in ambienti virtuali può essere un’alternativa valida per tanti studenti che non hanno l’opportunità di frequentare le lezioni presenziali o che preferiscono usufruire di questo metodo educativo. Nonostante ciò, questo lavoro non si limita solo ad analizzare i vantaggi o le limitazioni di un AVA, con l’obiettivo di ottenere una maggiore qualità nell’educazione, si propone anche un modello di AVA potenziato nel quale sono state sfruttate le opzioni che offre l’e-learning per usare certi strumenti come le Mappe Concettuali e l’adattamento dei contenuti del programma formativo agli Stili d’Apprendimento dello studente, i quali sono, in alcuni casi, difficili da usare negli Ambienti Presenziali di Apprendimento (APA). Si è verificato che mediante l’AVAP proposto si raggiungono livelli di qualità superiori, sia per quanto riguarda la soddisfazione dello studente come il suo apprendimento. Dato che la conoscenza è diventata il ricorso più importante nella economia attuale dominata dalle TIC, e la sua appropriata gestione, nella pietra angolare della direzione delle aziende e delle organizzazioni più concorrenziali, un AVAM può rappresentare grandi opportunità giacchè fomenta la qualità del processo d’acquisizione di conoscenze. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOLIMITAZIONI :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO LIMITAZIONI Gli studenti dei diversi gruppi formati possono aver interagito tra di loro, poichè possono aver avuto un comune altre materie impartite in modo tradizionale. Le variabili apprendimento percepito e soddisfazione potrebbero essere state influenzate da quest’interazione. Si può segnalare come una delle principali limitazioni la mancanza di un gruppo di controllo, il che impedisce di affermare che i risultati ottenuti siano esclusivi di un AVA. Per misurare l’apprendimento si è considerata una variabile soggettiva, l’apprendimento percepito dagli studenti. Questa variabile soggettiva può essere stata distorsionata da altri fattori come la difficoltà di accesso ai corsi (dovuta per esempio, alla non disponibilità del hardware adeguato o di collegamento ad Internet, oppure alla lentezza o ai fallimenti di siti web) o all’opinione (negativa) sul professore. Studio empirico I: Studio empirico II: In emtrambi gli studi I soggetti del campione sono sempre alunni di studi di facoltà tecniche, il che influisce ancora sulla generalizzazione dei risultati in relazione ai quelli che invece si sarebbero potuti ottenere con un campione di studenti di altre discipline. Un’altra limitazione da tener in conto è che la novità di fare un corso in un AVA può aver provocato un effetto Hawthorne negli studenti. Quest’effetto può anche aver influito sugli studenti dell’APA venuti a sapere che stavano partecipando in una ricerca. Infine, il ricercatore ha disimpegnato allo stesso tempo il ruolo di professore nei corsi presi in esame, per cui si deve considerare una possibile distorsione del ricercatore. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOLINEE FUTURE :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO LINEE FUTURE In studi futuri si potrebbe continuare ad analizzare l’influenza delle variabili considerate nello studio empirico I, ma aggiungendo un gruppo di controllo. Per evitare questo fenomeno, nel futuro si consiglia di fare uno studio longitudinale realizzando un seguimento degli stessi soggetti in diversi corsi impartiti lungo vari semestri. Sarebbe auspicabile ampliare la ricerca a materie di carattere non tecnico. Sarebbe pure interessante approfondire le variabili del professore che possono influire sui risultati, variabili come la sua esperienza previa in corsi impartiti in un AVA, i suoi stili d’apprendimento, il grado d’interazione con gli studenti, eccetera. A questo scopo, bisognerebbe realizzare uno studio in cui partecipassero vari professori, diversi in ogni corso. IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTOLINEE FUTURE :  IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO LINEE FUTURE Sarebbe interessante che, così come in questo lavoro si è sviluppato un ambiente che rende più facile il processo d’apprendimento, nel futuro si lavorasse nello sviluppo di un ambiente che faciliti il processo di disapprendimento, attraverso il quale le conoscenze obsolete oppure sbagliate si eliminano (Hedberg, 1981), apparendo come un processo necessario per la creazione di nuove conoscenze (Gustavsson, 1999). Infine, i due studi empirici sviluppati, si sono limitati all’analisi delle azioni formativa secondo i due primi livelli di Kirkpatrick. In studi futuri, si potrebbero analizzare i due altri livelli. Per questo è assolutamente necessario trasferire l’impostazione a un ambiente puramente aziendale. In questo modo, si protrebbe approfondire sullo studio della formazione aziendale attraverso ambienti virtuali d’apprendimento, poichè, come si è già segnalato, la conoscenza è diventata la risorsa più importante nella economia attuale, e gli ambiente virtuali d’apprendimento, in generale, e gli ambiente virtuali d’apprendimento potenziato particolarmente, possono rappresentare grandi opportunità perché fomentano la qualità del processo d’acquisizione di conoscenze. Slide61:  LA MEJORA DE LA CALIDAD DE LA EDUCACIÓN MEDIANTE ENTORNOS VIRTUALES DE APRENDIZAJE IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ NELL’EDUCAZIONE MEDIANTE AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO Doctorando / Dottorando : Eva Martínez Caro Director / Relatore: Alejandrino Gallego Rodríguez Tesis Doctoral / Tesi di Dottorato Cartagena, 3 Noviembre 2005

Related presentations


Other presentations created by Peppar

Financial Statement Analysis
10. 04. 2008
0 views

Financial Statement Analysis

Dr PH Presentation
07. 08. 2007
0 views

Dr PH Presentation

Burj Al Arab
22. 04. 2008
0 views

Burj Al Arab

cd4 hiv dr a singh
17. 04. 2008
0 views

cd4 hiv dr a singh

Philip Scott
17. 04. 2008
0 views

Philip Scott

RMIT 25July01 Pres
14. 04. 2008
0 views

RMIT 25July01 Pres

060125
13. 04. 2008
0 views

060125

Blomqvist
09. 04. 2008
0 views

Blomqvist

Rocks and Weathering
20. 09. 2007
0 views

Rocks and Weathering

Your First RSS Feed
29. 09. 2007
0 views

Your First RSS Feed

Switzerland
15. 10. 2007
0 views

Switzerland

t infantil y legislacion
22. 10. 2007
0 views

t infantil y legislacion

14501
07. 10. 2007
0 views

14501

MAHA Talk
29. 10. 2007
0 views

MAHA Talk

Stylish Sentences
02. 11. 2007
0 views

Stylish Sentences

15 GardnerHarris
19. 11. 2007
0 views

15 GardnerHarris

cryptorchidism
19. 11. 2007
0 views

cryptorchidism

geometry and art P2
22. 11. 2007
0 views

geometry and art P2

Green Bldgs and WQ
31. 12. 2007
0 views

Green Bldgs and WQ

paper2
03. 01. 2008
0 views

paper2

Earthquakes Chap 5
20. 09. 2007
0 views

Earthquakes Chap 5

Ch08
20. 09. 2007
0 views

Ch08

El Paso Electric lowres pics
07. 08. 2007
0 views

El Paso Electric lowres pics

AG presentation Infrastructure
07. 08. 2007
0 views

AG presentation Infrastructure

GCRA Presentation 2005 1
07. 08. 2007
0 views

GCRA Presentation 2005 1

Asian Alphabet Book 04 17 06
07. 08. 2007
0 views

Asian Alphabet Book 04 17 06

pres maldives
07. 08. 2007
0 views

pres maldives

Tsunami Effects
07. 08. 2007
0 views

Tsunami Effects

Maldives
07. 08. 2007
0 views

Maldives

Global gs pp 0207
22. 10. 2007
0 views

Global gs pp 0207

feist ch14McCrae
06. 08. 2007
0 views

feist ch14McCrae

measurement and geometry
07. 08. 2007
0 views

measurement and geometry

arguments
15. 11. 2007
0 views

arguments

Tidal Energy Overview7
07. 08. 2007
0 views

Tidal Energy Overview7

camoa presse spip 01
07. 08. 2007
0 views

camoa presse spip 01

PE Rocks Igneous
20. 09. 2007
0 views

PE Rocks Igneous

ROCKS and how to identify them
20. 09. 2007
0 views

ROCKS and how to identify them

RIPARWIN Presentation
03. 01. 2008
0 views

RIPARWIN Presentation

ioag9 jaxa briefing
03. 01. 2008
0 views

ioag9 jaxa briefing

social structure
19. 02. 2008
0 views

social structure

investing in the future
04. 03. 2008
0 views

investing in the future

Secondary Math Handout
07. 08. 2007
0 views

Secondary Math Handout

Roundtable
26. 10. 2007
0 views

Roundtable

NicholasEberstadt
15. 10. 2007
0 views

NicholasEberstadt

YTB 052007
12. 03. 2008
0 views

YTB 052007

raicevic
18. 03. 2008
0 views

raicevic

sbp 07
25. 03. 2008
0 views

sbp 07

purchasing sp presentation
20. 09. 2007
0 views

purchasing sp presentation

CSAPA Awareness2005
07. 08. 2007
0 views

CSAPA Awareness2005

FinalReport
22. 10. 2007
0 views

FinalReport

IJCDlineNojiri
09. 10. 2007
0 views

IJCDlineNojiri

DFT KeyChallengesNicNewm an
05. 10. 2007
0 views

DFT KeyChallengesNicNewm an

ILejarraga
07. 08. 2007
0 views

ILejarraga

EP Tecon 0405
19. 06. 2007
0 views

EP Tecon 0405

famigliaim presaanto 3
18. 06. 2007
0 views

famigliaim presaanto 3

Bulldogs Best Books 1211
18. 06. 2007
0 views

Bulldogs Best Books 1211

btw e 008 moriresearch
18. 06. 2007
0 views

btw e 008 moriresearch

BPL Sanyo JV Pressrelease
18. 06. 2007
0 views

BPL Sanyo JV Pressrelease

bite overview
18. 06. 2007
0 views

bite overview

biogas
18. 06. 2007
0 views

biogas

BILBAO
18. 06. 2007
0 views

BILBAO

Benef oport
18. 06. 2007
0 views

Benef oport

formazrete
18. 06. 2007
0 views

formazrete

lect 4 1113 Class Ig Rx1
20. 09. 2007
0 views

lect 4 1113 Class Ig Rx1

ebs2 elearn07
19. 06. 2007
0 views

ebs2 elearn07

boiron
18. 06. 2007
0 views

boiron

fiscal
18. 06. 2007
0 views

fiscal

12 productivity quiz
16. 06. 2007
0 views

12 productivity quiz

10 1
16. 06. 2007
0 views

10 1

215 Pics With Captions
16. 06. 2007
0 views

215 Pics With Captions

2007 Power Stroke
16. 06. 2007
0 views

2007 Power Stroke

20070422
16. 06. 2007
0 views

20070422

20070225
16. 06. 2007
0 views

20070225

2005AM LC 2C
16. 06. 2007
0 views

2005AM LC 2C

2004 4082OPH1 01 Tiefer
16. 06. 2007
0 views

2004 4082OPH1 01 Tiefer

1kanrap
16. 06. 2007
0 views

1kanrap

1kanpres
16. 06. 2007
0 views

1kanpres

1kanintro
16. 06. 2007
0 views

1kanintro

1kancom
16. 06. 2007
0 views

1kancom

19 Flake 071706
16. 06. 2007
0 views

19 Flake 071706

OIF Presentation Final Sept07
05. 01. 2008
0 views

OIF Presentation Final Sept07

12nightacts
16. 06. 2007
0 views

12nightacts

Fri 0830 RegionalAQ liao 1 pc
16. 10. 2007
0 views

Fri 0830 RegionalAQ liao 1 pc

bullismo
18. 06. 2007
0 views

bullismo

ARVs friends or foes McCoy
28. 12. 2007
0 views

ARVs friends or foes McCoy

Rock types silica sat
20. 09. 2007
0 views

Rock types silica sat

Threats to our Water
29. 02. 2008
0 views

Threats to our Water

SIVplanmeet svg3c Shakir
07. 08. 2007
0 views

SIVplanmeet svg3c Shakir

Rajesh Mehta
07. 08. 2007
0 views

Rajesh Mehta

FER 9 und 20
18. 06. 2007
0 views

FER 9 und 20

georgevidor
16. 11. 2007
0 views

georgevidor

beo presentation
18. 06. 2007
0 views

beo presentation

Calvin Dude
07. 08. 2007
0 views

Calvin Dude

PRACTICAL4
29. 12. 2007
0 views

PRACTICAL4

cuamcfarland
20. 09. 2007
0 views

cuamcfarland

UHART
24. 11. 2007
0 views

UHART

News CIRIA document
01. 01. 2008
0 views

News CIRIA document

EverythingDigital
07. 08. 2007
0 views

EverythingDigital

ntra Master B
23. 10. 2007
0 views

ntra Master B

FSGDevCon20060419
15. 11. 2007
0 views

FSGDevCon20060419

Context06
15. 10. 2007
0 views

Context06

4 brittle I
20. 09. 2007
0 views

4 brittle I

WBTi
07. 08. 2007
0 views

WBTi

BTSA Technology Bytes
18. 06. 2007
0 views

BTSA Technology Bytes

FCP05 PD Flaum
06. 08. 2007
0 views

FCP05 PD Flaum

14 20H 10 1103 Dr SEARO
07. 08. 2007
0 views

14 20H 10 1103 Dr SEARO

echt Zeit
19. 06. 2007
0 views

echt Zeit

dortmund
19. 06. 2007
0 views

dortmund