geotermia

Information about geotermia

Published on October 9, 2007

Author: lawson

Source: authorstream.com

Content

Geotermia:  1 Geotermia Cosa è?:  2 Cosa è? L’energia geotermica, o "calore della Terra" è l’energia immagazzinata sotto forma di calore al di sotto della superficie terrestre, che deriva soprattutto dal decadimento di elementi radioattivi presenti in natura. Già a partire da circa 15 metri sotto il livello del suolo la temperatura del terreno è costante lungo tutto l’arco dell’anno. Vi sono diversi metodi per utilizzare questo calore:sonde geotermiche verticali, pozzi artesiani, geostrutture e acque calde provenienti dal drenaggio delle gallerie vengono di solito utilizzati, in unione ad una pompa di calore, per scopi di riscaldamento e, in alcuni casi, anche di refrigerazione. La temperatura dell’acqua sotto ai nostri piedi..:  3 La temperatura dell’acqua sotto ai nostri piedi.. Nelle viscere della terra la temperatura è alta: il 99% del globo terrestre ha una temperatura superiore a 1'000 °C, mentre solo per lo 0,1% essa è inferiore a 100°C. Questa grande riserva di energia può essere sfruttata con metodi adeguati. Tecnologie consolidate come le sonde geotermiche e le geostrutture permettono di captare il calore terrestre fino a 500 metri di profondità. I progressi compiuti in questo campo rendono possibile raggiungere anche profondità di circa 5'000 metri e impiegare l’energia prelevata per la produzione di corrente elettrica e di calore senza generare sostanze nocive o CO2. Energia geotermoelettrica: 4 luglio 1904:  4 Energia geotermoelettrica: 4 luglio 1904 Il primo tentativo di produrre elettricità dall'energia geotermica è stato fatto a Larderello il 4 luglio 1904, quando il Principe Piero Ginori Conti avviò un motore, azionato dal vapore geotermico, collegato ad una dinamo (Figura 6). La riuscita di questo esperimento segnò l'inizio di una importante forma di utilizzazione del calore terrestre di grande importanza, che si sarebbe diffusa in tutto il mondo. Attualmente le risorse geotermiche sono estesamente sfruttate per produrre elettricità e per usi diretti del calore (applicazioni non-elettriche). Diversamente da altre forme di energia rinnovabile, come solare ed eolica, sono indipendenti dalle stagioni e dalle condizioni climatiche e metereologiche e costituiscono una sorgente energetica continua. La posizione delle risorse geotermiche nei confronti della totalità delle fonti energetiche primarie è illustrata dalla Figura 7. Si valuta che lo sfruttamento dell'energia geotermica permetta di risparmiare annualmente 265 milioni di barili di petrolio e di evitare di immettere nell'atmosfera 115 milioni di tonnellate di CO2. Le risorse geotermiche sono anche sfruttate per il riscaldamento :  5 Le risorse geotermiche sono anche sfruttate per il riscaldamento I sistemi di riscaldamento alimentati dall'energia geotermica hanno emissioni di biossido di carbonio praticamente nulle. In Italia, il sistema di riscaldamento urbano di Ferrara, alimentato da un acquifero a 100°C tra 1100 e 2000 m di profondità, fornisce calore ad un volume di 2,5 milioni di m3 in edifici privati e pubblici. Altri sistemi di riscaldamento si trovano nell'area geotermica toscana (Castelnuovo V.C., Larderello, Monterotondo Marittimo, Pomarance) e a Bagno di Romagna. Il riscaldamento di singoli edifici, soprattutto alberghi, è diffuso nell'area dei Colli Euganei (Abano Terme, Battaglia Terme, Galzignano, Montegrotto) e nell'Isola d'Ischia. Balneologia:  6 Balneologia La forma di utilizzazione più diffusa delle acque calde geotermiche è senza dubbio la balneologia. In moltissimi paesi esistono stabilimenti termali o piscine riscaldate dalle acque geotermiche. In Italia, gli stabilimenti termali sono numerosissimi e non è possibile elencarli. Alcuni sono, peraltro, notissimi, come Abano Terme, Ischia, Montecatini Terme, Saturnia, ecc. Geyser:  7 Geyser I Geyser sono sorgenti calde che eruttano a intermittenze colonne di vapore e acqua bollente. La durata dell’eruzione può variare da alcuni secondi a molte ore. La forza con cui la colonna viene espulsa dipende dalla sua profondità e quindi dal peso: con questo aumenta la pressione esercitata alla base della colonna e quindi sale il punto di ebollizione dell’acqua. Quando l’acqua entra in ebollizione, la quantità di liquido viene spinta violentemente fuori. Le sorgenti termali:  8 Le sorgenti termali Le sorgenti termali derivano dal processo di formazione dei geyser ma in questi avviene molto la formazione di laghi bollenti. Le sorgenti sono situate o lungo le linee di frattura o in prossimità di crateri spenti. I componenti principali sono i gas juvenili. Uso terapeutico:  9 Uso terapeutico L’uso dei bagni con funzione terapeutica risale dall’antica Grecia, dove avevano funzione di pulizia personale, rilassamento e purificazione religiosa. Tutt’ora il bagno caldo tonifica, allevia il dolore (crampi muscolari e artrite), tiene sotto controllo le convulsioni e induce al sonno. Ha, inoltre un effetto di accelerazione del polso e della respirazione, aumenta la sudorazione alleviando il lavoro di eliminazione delle scorie dei reni. Bagni medicati:  10 Bagni medicati Il bagno medicato è quando all’acqua viene aggiunta una determinata sostanza in grado di favorire le guarigione della malattia. Le sostanze più frequentemente utilizzate sono: sapone, sali, oli e detergenti. Il bagno caldo senapato era un rimedio tradizionale per le convulsioni infantili. I bagni alcalini sono usati come terapia delle affezioni reumatiche. I vapori, sia naturali che artificiali, hanno effetto sulla pelle e sui polmoni. I bagni medicati più noti sono quelli in cui si utilizzano le acque di sorgenti minerali naturali calde. Le terme dell’antica Roma:  11 Le terme dell’antica Roma E' stata una straordinaria rete di acquedotti che ha consentito all'antica Roma di alimentare le grandiose terme che in epoca imperiale rappresentavano uno dei piaceri della vita degli antichi romani cui non si rinunciava per nessuna ragione. A Roma esistono ancora oggi alcuni resti monumentali delle antiche terme, non soltanto quelle di Caracalla, ma quelle meno conosciute di Diocleziano, di dimensioni ancora più gigantesche. Le terme di Diocleziano seguono lo schema classico derivato da quelle di Caracalla e di Traiano e cioè un lungo muro perimetrale contenente sale, aule, biblioteche che delimitava un'area immensa, pensate, di quasi 400 m per lato e al suo interno c'erano le terme vere e proprie nonchè palestre, spogliatoi e un'infinità di ambienti di servizio come sale per conferenze e persino ristoranti. Come tutte le grandi terme anche quelle di Diocleziano avevano un classico percorso: si cominciava con una grande piscina, la natatio, con dell'acqua fredda, e poi si proseguiva con il tepidarium e il calidarium. Alle terme non ci si andava solo per lavarsi, era in realtà un luogo mondano, per alcuni era l'equivalente dei nostri viali centrali dove si perdeva tempo, per altri invece era uno strumento di lavoro, si concludevano affari, si portava un cliente oppure si cercavano polli da spennare ma era anche un luogo dove si esibiva il potere, vedevate avvocati oppure magistrati con un codazzo di clienti, imprenditori con una piccola corte ma anche oratori impegnati in comizi e poi c'erano anche prostitute e ladri pronti a sfruttare ogni occasione. Bibliografia:  12 Bibliografia http://www.bfe.admin.ch/themen/00490/00501/index.html?lang=it http://www.bfe.admin.ch/energie/00559/00599/index.html?lang=it http://www.scienzaonline.com/geologia/risorse-geotermiche2.html http://www.scienzaenatura.it/acqua.htm

Related presentations


Other presentations created by lawson

Problem Solving Ppt
19. 12. 2007
0 views

Problem Solving Ppt

GenerationalPresenta tion
30. 12. 2007
0 views

GenerationalPresenta tion

Lao Peoples Democratic Republic
01. 12. 2007
0 views

Lao Peoples Democratic Republic

suomi englanti reseptit
04. 12. 2007
0 views

suomi englanti reseptit

Decisionarium
06. 12. 2007
0 views

Decisionarium

Lean Six Sigma ASQ 0604
07. 11. 2007
0 views

Lean Six Sigma ASQ 0604

Lesson19
13. 11. 2007
0 views

Lesson19

Grover
15. 11. 2007
0 views

Grover

bayes
19. 11. 2007
0 views

bayes

TEPAV ETU Jan27 2006
23. 11. 2007
0 views

TEPAV ETU Jan27 2006

Objectives vs Outcomes
13. 12. 2007
0 views

Objectives vs Outcomes

Retzer NATO
27. 12. 2007
0 views

Retzer NATO

Tudor Dance
23. 11. 2007
0 views

Tudor Dance

AFFF
06. 11. 2007
0 views

AFFF

JStroth
27. 09. 2007
0 views

JStroth

EE4 Witte
04. 01. 2008
0 views

EE4 Witte

Rasputin
24. 02. 2008
0 views

Rasputin

WWI
28. 02. 2008
0 views

WWI

GNP NA Presentation Overview
11. 03. 2008
0 views

GNP NA Presentation Overview

MCQs 2004 Workshop
12. 03. 2008
0 views

MCQs 2004 Workshop

IZA
18. 03. 2008
0 views

IZA

kmhtm004 10
27. 03. 2008
0 views

kmhtm004 10

ezasiaelectricpower
30. 03. 2008
0 views

ezasiaelectricpower

HomeDepotPresentation
13. 04. 2008
0 views

HomeDepotPresentation

WMD
04. 01. 2008
0 views

WMD

LookingUp
03. 01. 2008
0 views

LookingUp

Helicobacter pylori Musumeci
04. 01. 2008
0 views

Helicobacter pylori Musumeci

jb grant committees 2007
18. 12. 2007
0 views

jb grant committees 2007

H Ejiri
17. 12. 2007
0 views

H Ejiri

NewYorkSuperintenden tsOct2007
05. 11. 2007
0 views

NewYorkSuperintenden tsOct2007

MA OBM 1205
05. 11. 2007
0 views

MA OBM 1205

Call the Fed DiscountRate
31. 12. 2007
0 views

Call the Fed DiscountRate

1 colinwooff
26. 11. 2007
0 views

1 colinwooff

4TC Day One Summary
07. 01. 2008
0 views

4TC Day One Summary

KOS NBII Zolly
05. 12. 2007
0 views

KOS NBII Zolly

hill 03032005
05. 01. 2008
0 views

hill 03032005

Giraud2005VC3
29. 12. 2007
0 views

Giraud2005VC3

agg02
02. 11. 2007
0 views

agg02

ez1
01. 10. 2007
0 views

ez1

KOR 4
05. 11. 2007
0 views

KOR 4

OutbreakVIII
21. 11. 2007
0 views

OutbreakVIII

RMPANNMEET02 kt
29. 10. 2007
0 views

RMPANNMEET02 kt

catskill
12. 12. 2007
0 views

catskill