Poesie alla mia amata

Information about Poesie alla mia amata

Published on December 16, 2009

Author: deddegu

Source: authorstream.com

Content

Slide 1: Alla mia sconosciuta amata di Diego Manca Slide 2: Barriera (Machsom) Ho il desiderio ardente di unirmi alla mia amata, ma come una cerbiatta lei corre via da me. Volta la testa e guarda, m’incoraggia a inseguirla, mi provoca e poi scappa, finché l’anima mia è piena fino all’orlo di passione e di pena. Traverso solo allora la sottile barriera che ancora ci separa e mi fondo con Lei. Slide 3: Sogno   Mi sei apparsa in sogno molte volte e di te ho visto la bocca, gli occhi e le tue mani. Solo una volta mi hai sorriso facendo fremere il mio corpo assopito. Ora cerco il tuo volto tra la folla. Non ti conosco ancora, ho solo una speranza di te. Slide 4: Mi sono innamorato della Musa Mi sono innamorato della Musa che ogni giorno m’ispira una canzone, un’ottava, un haiku, un bel sonetto una parola buona oppure un verso che affonda nel mio cuore come un seme e si nutre d’immagini e visioni che immagazzino lì quando io sogno. Nella mente del corpo allora vedo le immagini che lei vai dipingendo sul telo della mia immaginazione coi pennelli del suo amore vero: a poco a poco sbocciano dei suoni e i ritmi suggeriti da emozioni diventano parole in rima o sciolte sussurrate a fior di labbra, all’alba. Francois Boucher - Erato, Musa della poesia amorosa Slide 5: AMATAMUSA  Prima dell’alba la mia amata Musa s’introduce furtiva nel mio sogno, m’attrae a sé, sciogliendosi la blusa e dice: “Vien qua, che ho bisogno di stringerti al mio petto forte forte perché tu senta ciò a cui agogno. Non sono come certe gattemorte che prendono soltanto e nulla danno, stringimi stretta e avrai la buonasorte di bere finché ti vien l’affanno i dolci baci che hai desiderato e le tue mani accarezzeranno quel che tu aneli e brami del creato: fa’ scaturire in te e in me l’amore e non ti pentirai d’avermi amato. Io ti darò la luce e il colore per dipingere coi versi la Bellezza intravista nel fondo del tuo cuore, ché senza me la tua poesia muore.” Giovanni Baglione (1571-1644) - Calliope, Musa della Poesia Slide 6: Quando d’inverno Quando d’inverno m’assale l’algóre cerco il tepore dei raggi del sole per soddisfare ciò che il corpo vuole: benessere, calore che protegge, che coccola, rilassa,che sorregge e avvolge il corpo come una carezza, dolce ricordo della giovinezza; la notte poi m’avvolgo con il manto incantato e discreto dell’amore delle amiche e amici del mio cuore. Slide 7: Desiderio di dare Vengo da lontano dov’ero solamente semplice, puro, infinito amore. Questa che chiamo vita è solo un viaggio per imparare a toccare le forme della sostanza. La mia musa è il vaso dove si irradia il desiderio di dare la luce del mio amore. Slide 8: Mela acerba, mela matura   In pieno inverno, quando il freddo gela radici e rami spogli delle piante s’è già formata la piccola mela   nell’albera che poi ne darà tante. Per ora è solo il sogno di un fïore, d’un frutto che è per noi così importante:   ha trasformato Adamo in peccatore quando Eva glielo offrì in quel giardino chiamato Eden dal nostro Creatore.   Quel pomo delizioso e zuccherino non è subito buono e attraente: nasce aspro, acerbo, un po’ verdino,   chi lo assaggia lo trova repellente, è gradevole soltanto se è maturo, solo allora è dolce e seducente.   Se penso alla mia vita, ve lo giuro, che mai avrei pensato di arrivare al senso di quiete duraturo   che provo ora quando voglio amare il prossimo, le donne, la natura. Un desiderio ardente di donare   intenso e forte nell’età matura. Colui che dà le pene e le amarezze, dà oggi unicamente gioia pura.   Prima i suoi colpi, ora solo carezze. Slide 9: Mela acerba, mela matura   In pieno inverno, quando il freddo gela radici e rami spogli delle piante s’è già formata la piccola mela   nell’albera che poi ne darà tante. Per ora è solo il sogno di un fïore, d’un frutto che è per noi così importante:   ha trasformato Adamo in peccatore quando Eva glielo offrì in quel giardino chiamato Eden dal nostro Creatore.   Quel pomo delizioso e zuccherino non è subito buono e attraente: nasce aspro, acerbo, un po’ verdino,   chi lo assaggia lo trova repellente, è gradevole soltanto se è maturo, solo allora è dolce e seducente.   Se penso alla mia vita, ve lo giuro, che mai avrei pensato di arrivare al senso di quiete duraturo   che provo ora quando voglio amare il prossimo, le donne, la natura. Un desiderio ardente di donare   intenso e forte nell’età matura. Colui che dà le pene e le amarezze, dà oggi unicamente gioia pura.   Prima i suoi colpi, ora solo carezze. Slide 10: Desiderio delle donne Il desiderio immenso delle donne sospinge l’uomo verso quella luce che lo riempirà d’amor divino e conoscenza. Voi tutte ci aiutate a ricordare che sulla terra noi non siam soli, ed è col vostro amore che io avanzo insieme a voi. Senza di Voi mancan quelle forze che stimolano l’anima e il cuore a dare tutto senza chieder nulla in assoluto e quindi ho intenzione di donare con desiderio e rinnovato ardore - per diventare simile al Creatore - tutto me stesso.

Related presentations


Other presentations created by deddegu

Un posto chiamato Terra
21. 04. 2016
0 views

Un posto chiamato Terra

LENTORE
29. 09. 2016
0 views

LENTORE

Albures
12. 11. 2016
0 views

Albures

Poesie leggere di Diego Manca
09. 04. 2017
0 views

Poesie leggere di Diego Manca

MATTINO TUNISINO A ZAHARA
20. 07. 2017
0 views

MATTINO TUNISINO A ZAHARA

Luna 'e mesaustu
14. 08. 2017
0 views

Luna 'e mesaustu

CADE LA NEVE
16. 12. 2017
0 views

CADE LA NEVE

LUCE INVERNALE
09. 02. 2018
0 views

LUCE INVERNALE

FIOR DI CICORIA E IRIS
25. 08. 2018
0 views

FIOR DI CICORIA E IRIS